Come attrarre i dipendenti nella battaglia per i talenti | Ricerca
 

Come migliorare il coinvolgimento dei dipendenti: Evolution of Work 2.0

 

Gestire il divario tra le aspettative del datore di lavoro e dei dipendenti

Due terzi dei dipendenti sono alla ricerca di un nuovo lavoro o aperti a questa possibilità. Eppure, i datori di lavoro affermano di trovare continue difficoltà nel reperimento dei talenti più appropriati per la loro organizzazione.


Cosa sta accadendo?  

In un tentativo di comprendere meglio i fattori considerati dai lavoratori quando decidono di rimanere nella posizione attuale o di accettare un nuovo lavoro, ADP Research Institute® (ADP RI) ha intervistato dipendenti e datori di lavoro di 13 Paesi. Le risposte gettano luce su una divergenza di visioni tra queste due categorie per quanto riguarda aspetti importanti quali la gestione del talento, il recruiting, il mantenimento del personale e le prestazioni aziendali.

Secondo i risultati, la maggioranza dei dipendenti è orgogliosa del proprio lavoro e mostra una fedeltà superiore rispetto alla stima dei datori di lavoro. Tuttavia, la globalizzazione del business, le politiche locali e mondiali, i profitti aziendali e l’automazione, intaccano la fiducia i dipendenti nutrono verso la propria azienda e il lavoro svolgono. Se la continua ascesa delle multinazionali e della forza lavoro globale ha portato alla formulazione di pratiche aziendali più efficienti e snelle, ha anche creato un modello per le politiche HR rischia di essere troppo impersonale per attrarre e legare a sé i migliori talenti.

Le priorità e le opinioni variano in diverse zone del mondo, ma possiamo affermare con certezza la divergenza di visioni separa dipendenti e datori di lavoro riguarda la macro/micro-visione: i primi si concentrano sulla routine quotidiana — ciò è importante oggi e avrà un impatto sul proprio lavoro, mentre i datori di lavoro tendono a considerare il quadro generale e il lungo termine — la salute del business e il livello di sviluppo delle possibilità di carriera nel lungo termine.

Sebbene i datori di lavoro riconoscano la gestione delle prestazioni e la pianificazione della carriera saranno i fattori principali guideranno la gestione del talento in futuro, i dipendenti rimangono diffidenti sul significato e l’equità di simili iniziative. Le organizzazioni riescono a colmare il divario tra le aspettative del management e del personale — e sono in grado di comprendere e considerare le diverse sfumature di pensiero nei vari Paesi/
regioni — godranno di un vantaggio nel recruiting e il mantenimento dei talenti a livello globale in un’epoca sempre più competitiva.

 

Scarica la ricerca completa:

 

Campi richiesti

Please enter your First name.
Please enter your Last name.
The Email field contains an invalid email address.
Please enter a Job Title.
Please enter a Company name.
The Phone Number field is requierd.
Enter # of Employees.